NUTRI IL CERVELLO, PROTEGGI L’UMORE

 
Le nostre esperienze di vita sono mediate, per la quasi totalità, dal cervello e dal sistema nervoso. Per questo è indispensabile mantenerli in forma. Molti sono erroneamente convinti che il cervello sia solo destinato con il passare degli anni ad un lento ed inarrestabile declino, che i neuroni degenerino e diminuiscano con l’età. Fortunatamente, se ci manteniamo sani, se rispettiamo uno stile di vita regolare e non siamo esposti a fattori neurotossici  e stress, è  sempre possibile incrementare il numero di connessioni tra neuroni, facendo così funzionare meglio il cervello. Questo è auspicabile tanto nei giovani adulti, per migliorare le funzioni cognitive, i tempi di reazione, la memoria e la concentrazione, quanto negli anziani, considerata l’alta incidenza di demenza e di altre malattie degenerati ve che colpiscono in età sempre più giovane: morbo di Alzheimer, morbo di Parkinson, sclerosi laterale amniotrofica. Una volta instauratesi, queste malattie non sempre sono reversibili ed al massimo si può cercare di limitare il processo degenerativo e migliorare la funzionalità.

FATTORI CHE MODIFICANO LO STATO FUNZIONALE DEL CERVELLO ED INFLUENZANO L’UMORE

Se vogliamo che il nostro cervello continui a funzionare bene è chiaro che la cosa migliore è la prevenzione, che parte innanzi tutto dalla correzione dello stile di vita: eliminare fumo, consumo eccessivo di alcool, abuso di zuccheri e caffeina . Molto importante praticare una regolare attività fisica, il più potente antidepressivo naturale. Dobbiamo proteggerci dai danni neuronali migliorando l’afflusso di sangue al cervello, eliminare stress e tossine.
Fondamentale è evitare le carenze nutrizionali, soprattutto in autunno ed all’arrivo dell’inverno, quando le ore di luce diminuiscono e siamo più esposti ai cali di umore ed ad un rallentamento dei ritmi. L’alimentazione influisce infatti notevolmente sulla percezione , sull’emozione e sul comportamento ed il  cervello, essendo molto attivo dal punto di vista metabolico, ha bisogno di un apporto costante di micronutrienti. Qualsiasi carenza di una singola sostanza può alterare le sue funzioni ed indurre depressione, ansia, disturbi dell’umore e del sonno.
Alcuni nutrienti sono però più importanti di altri e spesso carenti , soprattutto negli anziani :  la vitamina C e le vitamine del gruppo B, gli acidi grassi (omega-3,EFA),  i  minerali come il Magnesio, tutti  importanti per la funzione cognitiva, nervosa, per la produzione di energia.  

 

La SAMe

Molto utile, per il corretto funzionamento delle cellule nervose e per proteggere l’umore, l’integrazione con SAMe (S-adenosilmetionina) ed Inositolo, sostanze naturalmente presenti nell’organismo che intervengono nella sintesi di neurotrasmettitori quali dopamina e serotonina, e di  fosfolipidi come fosfatidilcolina e fosfatidilserina. Questi nutrienti hanno un ruolo importante nella chimica del cervello e nel controllo dell’umore. Bassi livelli di SAMe sono stati riscontrati nei pazienti depressi, negli anziani, nei pazienti affetti da osteoartrite spesso associata a depressione ed in molte malattie epatiche e sono stati associati  a difficoltà cognitive, problemi neurologici, disturbi del sonno e depressione.
L’integrazione con SAMe aiuta a favorire il legame dei neurotrasmettitori ai siti recettori . Questo aumenta l’attività della serotonina e della dopamina ed incrementa la fluidità della membrana delle cellule cerebrali, tutti effetti che comportano miglioramenti delle funzioni mentali e dell’umore.

 

Riassumendo, riequilibrare i livelli dei neurotrasmettitori coinvolti, ottimizzare l’alimentazione, lo stile di vita e la salute psicologica, un’integrazione mirata possono aiutarci a mantenere a lungo una buona funzione mentale e preservare l’umore.
 
 
 
 
PER SAPERNE DI PIU':
 
INOSAMe BRAIN
InoSAMe Brain - Integratore alimentare a base di SAMe, con Inositolo e Magnesio. 16 compresse orosol...